Privacy Policy Cookie Policy Jane the Virgin: Recensione del 2° episodio dell’ultima stagione…J ricorda? – Newsflix
Crea sito

Jane the Virgin: Recensione del 2° episodio dell’ultima stagione…J ricorda?

L’ultima stagione di Jane the Virgin è ormai partita col botto.
Siamo solo al secondo episodio e molte carte sono già in tavola.
Sappiamo che il Michael tornato non è il Michael che ricordiamo: è Jason, un uomo d’aspetto e profumo del Cordero, ma totalmente diverso dal suddetto per gusti e preferenze e che risulta ancora sposato con la donna che un tempo era quella della sua vita.

Jane, dal suo canto, è innamorata del padre di suo figlio, col quale vuole trascorrere il resto dei suoi giorni ma, bloccata dalla fede cattolica, è contro il divorzio e ciò le crea un conflitto tra volontà e principi.

Rafael, invece, mantiene salda la forza e i sentimenti per la donna con la pazienza e la comprensione sempre in prima linea.

LEGGI ANCHE: Jane the Virgin: Morti, gravidanze, ritorni e matrimoni nell’ultima stagione

Ognuno tiene i propri sentimenti e le proprie paure a freno, per evitare di ferire l’altro e comprometterne il rapporto.
Tranne Jason, che prende il toro per le corna e mette Jane davanti alla realtà: i suoi modi, i suoi sguardi e i suoi toni non fanno bene al suo percorso. Risultano per lui uno stress maggiore: ogni volta in cui Jane rimane delusa da un gusto, da un’idea, da una mossa dell’uomo, per quest’ultimo risulta un ulteriore stress e un ulteriore fallimento.


Tutti si dimostrano ragionevoli e maturi nel reagire ad una situazione assolutamente surreale, finché la ragionevolezza la perde il nostro Jason che, dopo aver mostrato assoluta indifferenza per la donna, cambia atteggiamento da un momento all’altro.
È bastato all’uomo un balletto di un minuto per fargli vedere Jane sotto una luce diversa, al punto tale da baciarla e stracciare i documenti del divorzio.

Sebbene il richiamo alla memoria possa tornare effettivamente da un momento all’altro, il disinteresse e fastidio nei confronti della scrittrice sono mutati in una maniera troppo repentina e per un motivo davvero irrisorio.

Ciò ha fatto storcere il naso a coloro i quali desideravano il ritorno del poliziotto e quelli che avrebbero preferito non vederlo.
Come è cambiata la sua predisposizione verso la Villanueva in così poco tempo?
Ha ritrovato lati nascosti che gliela hanno fatta amare in passato?
Oppure l’uomo, così altalenante, ricorda la sua vita ed ha un piano al riguardo?
O è tutto un disegno di Sin Rostro del quale non sappiamo ancora i dettagli?

Raccontateci le vostre idee sulla nostra pagina FacebookTwitter e Instagram.