Sense8, Brian J. Smith sulla stagione 3: “Se lo speciale andrà bene…”

In una lunga intervista ai microfoni di TV Series Hub, l’attore Brian J. Smith ha voluto dire la sua sulla possibilità di un prosieguo di Sense8 dopo lo speciale del 2018:

“Se penso che ci saranno altre stagioni? Non ci provo nemmeno a predire il futuro dello show. Non avrei mai pensato che lo speciale di due ore sarebbe stato possibile, invece eccoci qui. Lo show è stato inizialmente cancellato perché Netflix non ha avuto un riscontro in termini numerici (visualizzazioni, ndr) sufficiente da supportare il budget. Se lo speciale verrà visto da un numero elevato di utenti, e intendo un numero così alto da far alzare le sopracciglia a Netflix, potremmo girare nuove stagioni. Chi lo sa…”

Il messaggio di Brian pare piuttosto chiaro: senza visualizzazioni che giustifichino il budget, la serie non può andare avanti. La sua, tuttavia, è una chiara apertura a un prosieguo, e lo si evince da due elementi. Per prima cosa, l’attore parla di Speciale e non di “Episodio finale”; in seconda battuta, affermando che con i giusti numeri la serie potrà continuare, fa capire come per Netflix lo show sia tutt’altro che da considerarsi concluso. Questo soprattutto grazie alla rivolta dei fan, che ha amplificato in maniera esponenziale la popolarità di Sense8 e, di riflesso, quella di Netflix, specialmente dopo essersi mostrato capace di ascoltare i propri abbonati.

Ora ai fan della serie non resta che fare due delle cose che meglio sanno fare: guardare su Netflix lo speciale di due ore e continuare l’onda social-mediatica per portare più utenti possibili a vedere questo nuovo cult seriale.

 

Precedente Sense8, confermata Napoli come location italiana! I dettagli sui set del finale