Sense8 | Il co-creatore Straczynski ci rivela cosa sarebbe successo nella stagione 3

A pochi giorni dalla cancellazione di Sense8, il co-creatore della serie Straczynski ha deciso di rispondere su Twitter alle domande dei fan e svelare alcuni dettagli di cosa sarebbe successo nella terza stagione.

Ecco le prime risposte in salsa “spoiler”:

  • Sun – Il detective Mun sopravvive e identifica il fratello di Sun come colui che gli ha sparato. Quest’ultimo viene dichiarato colpevole, le accuse a Sun vengono sollevate e può tornare finalmente libera.
  • Kala – Si trova in una posizione delicata per via degli affari di Rajan. Se succedesse qualcosa a lui potrebbero esserci ripercussioni anche su Kala.
  • Rajan – Non fa parte della BPO, in nessun modo c’entra col mondo sensate.
  • Riley – L’islandese non muore. Diventa la Che Guevara della rivoluzione dei sensate.
  • Ogni membro del cluster protagonista dà vita a nuove cerchie, su larga scala, aumentando esponenzialmente le chance di vittoria contro la BPO.
  • Per rendere lo show realistico, uno degli otto sensate protagonisti sarebbe morto: “Non sapevamo chi far morire, alla fine abbiamo pensato a Will per via del ruolo che ha, ma non è detto che poi l’avremmo fatto”.
  • La cerchia protagonista è costituita da otto sensate, ma non c’è un numero definito di membri per cluster. Otto è comunque un numero alto per una cerchia.
  • Il cluster salva Wolfgang facendo uno scambio con Whispers.
  • La cerchia protagonista vincerà contro la BPO e cambierà il mondo, per sempre. Giustizia sarà fatta.
  • Lieto fine per Kala e Wolfgang, che potranno stare insieme, stavolta davvero.

Che cosa ne sarà di Nomi e Amanita? E del trio Lito-Hernando-Daniela? Capheus diventerà un leader politico? In attesa di nuovi tweet (o della più improbabile news di una resurrezione di Sense8), sono tante le domande a cui i fan non hanno ancora risposta… e forse, in seguito alla decisione di Netflix, non ne avranno mai una.

 

 

I commenti sono chiusi.